Cerca:

 
   

  Pagina iniziale  

Chi siamo

Articoli

Approfondimenti

Glossario

Links

Contattaci

Mappa del sito

         In gravidanza

         Infanzia

         Sport

         Terza età

         Patologie

         Consigli quotidiani


Storia dell'osteopatia
Omaggio al fondatore e mentore dell’Osteopatia, nostro continuo ispiratore nell’arte del curare.
Il 22 Giugno del 1874 Andrew Taylor Still...

 

Asma
L’asma è un disturbo respiratorio comune e debilitante che affligge persone di tutte l’età. Circa 10.000.000 d’Italiani soffrono d’allergia...

 

Confronto tra i principi dell’ortodonzia classica e quella che prevede la collaborazione di un Osteopata
I trattamenti ortodontici hanno l’effetto drammatico sul normale funzionamento del volto, e possono avere ripercussioni sull’intero corpo. Enormi stress sono...

 


ANTIOSSIDANTI E PROBLEMI OSTEO-ARTICOLARI
I problemi osteo-articolari non hanno solamente un’origine biomeccanica, ossia un conflitto articolare e nel caso di protusioni o peggio di...

 

Radicali liberi
Nel 1956 Denham Barman creò la teoria dei radicali liberi, scorie prodotte dal catabolismo metabolico, secondo la quale con il...

 

Lo straordinario potere dei fitonutrienti
Il ruolo protettivo di frutta e verdura grazie ai loro fitonutrienti nella prevenzione del cancro, delle malattie cardiovascolari...

 

 

 

Cefalea: cos'è, l'origine ed i rimedi osteopatici

Il mal di testa, cefalea ed emicrania, è un problema comune: chi non ha mai avuto un mal di testa? Un manager, un filosofo, un impiegato, una casalinga, un mecenate, uno scienziato tutti hanno fatto esperienza del mal di testa! Esso non ha barriere professionali o d’età.

Le donne ne soffrono più degli uomini. La ragione potrebbe facilmente essere individuata nell’emicrania pre-mestruale, che, sviluppandosi durante la pubertà, aumenta col passare degli anni e solo con la menopausa si risolve. I contraccettivi, è risaputo, in alcune donne sono causa di cefalea, in altre la cura. La cefalea è meno frequente durante la gravidanza.

Di fatto, la cefalea non è una malattia mortale, in realtà non è affatto una malattia, ma un sintomo, tuttavia i suoi attacchi sono così intensi che, a causa della grande pressione, i nervi nel cranio incominciano a pulsare ed il paziente viene inabilitato persino ad un impegno normale di vita.

Nonostante la ricerca si sia adoperata al fine di scoprire le cause della cefalea, gli interrogativi sono ancora molti: che cosa è la cefalea? E’ una risposta allergica a qualcosa che mangiamo o respiriamo? Ha una qualche relazione con la postura che teniamo al lavoro, o stando seduti od in posizione eretta? E’ un prodotto della tensione della vita di oggi giorno, un modo per alleviare la frustrazione? Oppure è dovuta a problemi biomeccanici del collo o della testa stessa?

Nel quinto secolo, si credeva che la cefalea fosse dovuta a un freddo severo, ad una esposizione eccessiva al sole, o alla fatica. Nell’undicesimo secolo, si pensava che fosse dovuta a cibi freddi nel pasto. Secondo Tissort, 1784, vomitare alcune volte faceva concludere l’attacco. Era, inoltre, opinione comune che una irritazione riflessa dei nervi gastrici comportasse un attacco di emicrania. Intorno al 1873 si diceva che la cefalea fosse correlata all’asma ed ad uno stato convulsivo. Nel 1932 Rilay asseriva che l’attacco avveniva quando vapori tossici entravano nel circolo sanguigno cerebrale. Alcuni erano, invece dell’opinione che la cefalea fosse causata da una tensione dei muscoli oculari.
Uno sparuto gruppo di ricercatori concluse che la causa era da ricercare nella adesione delle membrane cerebrali e ad una eccessiva produzione di liquido cerebro-spinale.
Si è, inoltre, pensato che la causa dell’emicrania potesse essere attribuita a problemi alle ovaie o alla tiroide o anche a problemi emozionali, di competizione per affermare se stessi, quindi alla relazione tra padre e figlio, madre e figlia, etc.. Aldilà di tutto ciò anche alcuni cibi possono essere la causa di cefalea ed emicrania tipo: cioccolato, formaggio, frutta, alchool, tè, caffè,frutti di mare , cibi fritti e molti altri.


RIMEDI

Sebbene siano stati prodotti, prescritti ed assunti migliaia di rimedi e spesi milioni di euro per la ricerca, a tutt’oggi non esiste un rimedio risolutivo. Senza contare, poi, i danni provocati dagli effetti collaterali dei farmaci, ed il mitriadismo.


L’ORIGINE CERVICALE DELLA CEFALEA

Di frequente, la cefalea cronica resistente ai trattamenti farmacologici è causata da problemi al tratto cervicale della colonna vertebrale, che possono essere trattati ottimamente con l’Osteopatia. Certi cambiamenti meccanici, a livello cervicale, possono essere il motivo di continue od intermittenti cefalee. Questi cambiamenti rispondono bene alla manipolazione Osteopatica.

Kellgreen fece un esperimento, una soluzione salina concentrata fu iniettata nella zona tra l’atlante e l’occipite, producendo dolenza e cefalea nella regione frontale. Questo provò la connessione tra il collo e la fronte.

Importanti cambiamenti sono stati riscontrati nel tratto cervicale in casi di cefalea. Questi sono dovuti a problemi di restringimento del lume dell’arteria, che passa nel processo trasverso delle vertebre cervicali, che apporta il sangue al cervello.

Spesso gli effetti terapeutici della manipolazione cervicale ci aiutano a confermare le origine cervicali di una particolare cefalea.

Alcune volte la causa della cefalea è dovuta alla posizione della testa, portandola nella posizione contraria(opposta) il mal di testa scompare; altre volte delle trazioni assiali del collo risolvono il problema dimostrando le origini cervicali del disturbo.

A livello embriologico, la testa, l’atlante e l’epistrofeo sono creati dal primo e secondo segmento cervicale. Come si originano dallo stesso segmento così devono avere una relazione e connessione tra di loro. Quindi una qualsiasi anomalia a livello della prima e seconda vertebra cervicale può far sorgere del dolore a livello delle tempie della fronte od in qualsiasi altra zona del cranio. Questo però non implica necessariamente una cervicalgia.

Questi tipi di cefalea possono insorgere al mattino al risveglio, possono essere accusati a livello occipitale o a livello frontale, e possono migliorare da soli durante la giornata, e liberare il paziente dal dolore fino al risveglio del mattino seguente. Ma man mano che passano gli anni si fanno sempre più persistenti. Comunque rispondono egregiamente al trattamento osteopatico.

Lo staff del Dott. Bicker è dell’opinione che le cefalee sono dovute a tensioni o stiramenti dei muscoli, vasi, della miofascia, o le guaine esterne del midollo spinale. Se la cefalea è causata da queste ragioni meccaniche, il dolore incomincia nei muscoli superiori del collo, e/o nella parte alta della schiena, però invece di limitarsi a queste zone s’irradia in tutta la testa. Può associarsi a rigidità nucale e del collo, e sembra al contrario insorgere nella testa ed irradiarsi poi nel collo.

Comunque possono esserci altre cause della cefalea, e consapevoli di ciò una dettagliata storia del paziente può aiutare l’osteopata a individuare al meglio l’origine del mal di testa.
Al tempo la differenziazione è difficile, ma la distinzione è fondamentale, anche perché cefalee di origine cervicale possono facilmente e rapidamente essere risolte. Purtroppo non sempre viene fatta la giusta diagnosi e di conseguenza applicato il giusto trattamento. Negli anziani la cefalea può essere dovuta ad una pressione arteriosa alta, e quindi potrebbe non essere assolutamente connessa ad una osteoatrite cervicale; tuttavia le manipolazioni pur non risolvendo la causa, nello specifico, danno comunque una riduzione del dolore.
Il mal di testa è spesso ritmico e può essere associato ad un naso gocciolante e/o ad occhi lacrimosi, può irradiarsi alla mandibola o alla mascella, ed il paziente, nel qual caso, viene inviato al dentista o al chirurgo maxillo-facciale. Tra le cause del dolore si annovera anche una malocclusione, in questi casi, tuttavia, ai trattamenti Osteopatici si associano interventi dello specialista in ortodonzia.

ALTRE POSSIBILE CAUSE DELLA CEFALEA

• Tensioni dei muscoli oculari, con relativi problemi di vista
• Sinusite
• Mal di denti
• Problemi digestivi
• Problemi Neurologici
• Allergie
• Problemi cardiovascolari
• Problemi psicologici

Dott. Giovanni Turchetti DO ND
Membro della British Osteopathic Association (BOA)
Membro del Australian Osteopathic Association (AOA)
Membro del Deutscher Verband für Osteopathische Medizin (DVOM)
V.le Nervi 04100 LATINA - Tel. 347/3270604 339/6641830 - Email: info@osteopata.it

c/o studio "Lodispoto" - Via Eleonora Duse 22 00197 Roma Tel. 06/8074686 06/80690390
c/o "Simoncelli" - Piazza Santa Restituta 21 Sora FR Tel.0776/832100


AVVISO AI NAVIGANTI

Si invitato i gentili visitatori a diffidare da alcuni commenti ancor presenti su internet che ledono la dignità, il decoro professionale ed il prestigio del dott. Giovanni Turchetti e del suo staff. Verso il responsabile di tali ingiurie e diffamazioni si sono intraprese le più adeguate iniziative legali in Italia e all'estero. Teniamo altresì a precisare che l'autore di tali azioni non è, ne è mai stato un paziente del dott. Turchetti.
Per avere maggiori informazioni in merito alla vicenda è possibile scrivere a info@osteopata.it. Saremo ben lieti di poter dissipare nel visitatore tutti i dubbi eventualmente sorti navigando su siti poco "affidabili".


Copyright© 2004-2009. Tutti i diritti riservati. Informativa legale
Sito web progettato e realizzato da CreazioneSiti.it